Fili di sospensione2019-08-01T12:35:40+02:00

FILI DI SOSPENSIONE

Il trattamento con fili di sospensione rappresenta una tecnica medica che prevede l’impianto per via percutanea a livello sottodermico di fili riassorbibili di policaprolattone o acido polilattico che sono materiali riassorbibili, biodegradabili e biocompatibili (cioè compatibili con il tessuto umano) già ampiamente utilizzati in medicina come fili di sutura. Lo scopo del trattamento è la sospensione e la biostimolazione cutanea del volto attuata grazie all’azione di stimolo della sintesi di collagene, di miglioramento della vascolarizzazione e di sostegno della cute da parte dei fili. La degradazione di fili da parte dell’organismo, proprio perché biodegradabili, è totale in un periodo variabile di 12-18 mesi. Questa variabilità di tenuta è legata alle caratteristiche individuali del prodotto (materiale e spessore del filo impiantato) sia a quelle del soggetto ricevente.  L’impianto dermico dei fili di sospensione avviene tramite l’inserimento cutaneo di aghi alla cui estremità è connesso il filo. L’impianto richiede l’esecuzione di anestesia locale nei punti d’ingresso e di uscita degli aghi. Il numero di fili impiantabili può variare in base al quadro clinico e ai risultati ricercati e sarà discusso con il medico. 

Documenti:

Richiesta informazioni sull’intervento con Fili di sospensione: