Lifting frontale2019-08-01T11:58:26+02:00

LIFTING FRONTALE

Il lifting della fronte è l’intervento che ha come scopo il miglioramento dei segni visibili di invecchiamento della regione della fronte e della regione peri-oculare. In questa regione, infatti,  Il rilassamento delle strutture può causare le discesa del sopracciglio, l’appesantimento delle palpebre, l’approfondimento dei solchi e delle rughe della fronte. Anche se l’intervento di lifting non può interrompere il processo di invecchiamento, ne può migliorare i segni più visibili mediante il sollevamento dei tessuti molli e l’attenuazione delle rughe determinate dalla contrazione dei muscoli mimici della regione. Il lifting frontale può essere eseguito da solo o in combinazione con altre procedure, quali il lifting cervico-facciale, la blefaroplastica, il lipofilling, etc.

Esistono diverse tecniche di lifting della fronte, da quelle più tradizionali che prevedono un’estesa incisione a livello del cuoio capelluto, a quelle che prevedono un’incisione solamente a livello temporale, fino a quelle che prevedono il ricorso a tecniche endoscopiche che sfruttano mini incisioni a livello del cuoi capelluto. Queste ultime, attualmente considerate quelle preferibili, consistono nel realizzare un intervento attraverso piccole incisioni nelle quali vengono introdotti strumenti particolari ed una telecamera che permette di seguire su uno schermo i gesti chirurgici.

Il grado di miglioramento varia da soggetto a soggetto ed è influenzato dalle condizioni fisiche della cute, dal grado del danno prodotto dalle radiazioni solari, dal supporto delle strutture ossee sottostanti e da una varietà di altri fattori.

In preparazione dell’intervento viene richiesto di compilare un questionario sul proprio stato di salute e di sottoporsi ad alcuni esami:  gli esami richiesti per l’ intervento di lifting frontale sono  solitamente un esame del sangue e un elettrocardiogramma.

L’intervento di lifting viene eseguito in regime ambulatoriale o in day hospital associando un’anestesia locale alla  sedazione, vale a dire addormentando farmacologicamente il/la paziente consentendole, però, di respirare autonomamente senza la necessità di un’intubazione. Ciò permette un recupero molto rapido alla fine dell’intervento. L’intervento ha una durata variabile tra le due e le tre ore a seconda della tecnica utilizzata.

Documenti:

Richiesta informazioni sull’intervento di lifting frontale: