Otoplastica2019-08-01T11:44:30+02:00

OTOPLASTICA

La normale forma e posizione del padiglione auricolare è conferita da complicate ripiegature della cartilagine che ne forma lo scheletro. Numerose sono le possibili deformità della cartilagine auricolare correggibili chirurgicamente. L’otoplastica è l’intervento che viene realizzato per correggere queste deformità tra le quali la più comune è l’eccessiva sporgenza delle orecchie (“orecchie a sventola”), dette anche prominenti: le orecchie vengono riposizionate in sede corretta e modellate per creare una piacevole e naturale morfologia. Tale intervento viene eseguito modificando la cartilagine auricolare tramite un’incisione sulla faccia posteriore dell’orecchio in modo da nascondere le cicatrici risultanti.

Sono descritte una varietà di tecniche ed approcci diversi atti ad asportare l’eventuale eccesso cartilagineo, rimodellare la cartilagine e ridefinire il profilo del padiglione auricolare. La scelta del tipo di intervento che Le verrà proposto dipende da tipo ed entità del difetto dell’orecchio. L’intervento può essere effettuato anche sui bambini a partire dai 6-8 anni di età. L’intervento non ha nessuna ripercussione sull’udito.

L’otoplastica viene eseguita in regime ambulatoriale o in day hospital e può essere realizzata in anestesia locale od eventualmente in anestesia locale con sedazione cioè iniettando anche dei farmaci per via endovenosa al fine di tranquillizzare il paziente. Nei bambini più piccoli può essere necessario ricorrere all’anestesia generale. L’intervento su entrambe le orecchie dura circa un’ora e mezza. Al termine viene realizzata una medicazione modicamente compressiva tipo turbante, che verrà mantenuta fino alla prima medicazione post-intervento.

Documenti:

Richiesta informazioni sull’intervento di otoplastica: