Rinoplastica2019-07-22T14:51:53+02:00

RINOPLASTICA

La rinoplastica è l’intervento che consente di modificare l’aspetto e la funzione del naso. I cambiamenti che si possono apportare possono riguardare la riduzione o l’aumento delle dimensioni di una parte o di tutto il naso, la modifica della forma e della posizione della punta nasale, la riduzione della larghezza delle narici, la variazione dell’angolo tra naso e fronte o tra naso e labbro superiore ed infine il miglioramento della capacità respiratoria. L’intervento può correggere difetti presenti dalla nascita o acquisiti in seguito ad un trauma. Non esiste un tipo universale di rinoplastica in quanto l’intervento deve essere fortemente personalizzato sulla base delle caratteristiche del paziente. Inoltre, il naso deve essere visto globalmente, cioè inserito nell’insieme del volto ed armoniosamente integrato rispetto alle sue proporzioni. L’obiettivo dell’intervento è la correzione dei difetti  cercando di ottenere un risultato “naturale”. Le cicatrici possono essere nascoste all’interno delle cavità nasali o interessare la pelle della columella (vale a dire la parte del naso che divide le due narici) nella cosiddetta “rinoplastica aperta”, in ogni caso vengono posizionate in modo tale da poter essere facilmente mascherabili. Per eseguire una rinoplastica è necessario attendere che la crescita complessiva del volto sia completata e ciò avviene non prima dei 18 anni. L’intervento non deve essere eseguito in pazienti gravide; in caso di dubbio, devono essere effettuate le indagini specifiche. E’ preferibile, anche se non in tutti i casi obbligatorio, evitare l’epoca coincidente con le mestruazioni. In preparazione dell’intervento viene richiesto di compilare un questionario sul proprio stato di salute e di sottoporsi ad alcuni esami:  gli esami richiesti per l’ intervento di rinoplastica sono  un esame del sangue, un elettrocardiogramma ed una TAC del massiccio facciale. L’intervento di rinoplastica richiede un regime di ricovero ambulatoriale o un day hospital viene eseguito con un’anestesia locale associata ad una sedazione, vale a dire che si addormenta farmacologicamente il paziente consentendogli, però, di respirare autonomamente senza la necessità di un’intubazione. Ciò permette un recupero molto rapido alla fine dell’intervento.  La durata è di circa un’ora e mezza. Come detto le incisioni vengono realizzate all’interno delle cavità nasali ed eventualmente a livello della columella nella rinoplastica aperta. Attraverso queste incisioni si effettua la mobilizzazione della cute nasale dalle strutture ossee e cartilaginee sottostanti. Si effettua quindi la rimozione del gibbo del dorso e la frattura delle ossa nasali per rimodellare il dorso stesso. Si modellano, quindi, le cartilagini della punta nasale e, se indicata, si effettua la  riduzione d’ampiezza delle aperture narinali, eseguendo delle piccole resezioni cutanee esterne alla base delle due narici. A volte può essere necessario associare all’intervento di rinoplastica estetica la correzione del setto nasale deviato o la riduzione dei turbinati. Questo intervento viene eseguito attraverso le stesse incisioni praticate per la correzione cosmetica del naso. In alcuni casi è opportuno provvedere all’inserimento di segmenti di cartilagine prelevati dal setto, dalle cartilagini della punta o dai padiglioni auricolari, per salvaguardare la funzione respiratoria e/o per sostenere la punta nella posizione più adeguata e/o per migliorare il risultato estetico.  In casi particolari possono essere utilizzati innesti ossei o altri materiali biocompatibili. Alla fine dell’intervento viene applicato un gessetto protettivo a livello del dorso del naso e dei tamponi nasali dotati di un tubicino in silicone che consente di respirare.  Deve essere applicato del ghiaccio per la prima giornata.

Documenti:

Richiesta informazioni sull’intervento di Rinoplastica: